Le celebrazioni della legalità nel ricordo del giudice Saetta

Un momento della cerimonia lungo la SS 640

Sono iniziate lungo la strada statale 640 le celebrazioni in ricordo del venticinquesimo anniversario dell’uccisione del giudice Antonino Saetta e del figlio Stefano. Numerose autorità delle provincie di Caltanissetta e Agrigento (amministratori, sacerdoti, magistrati e vertici di carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza) accanto ai familiari di Saetta, hanno deposto una corona di fiori alla stele commemorativa in contrada Giulfo. A teatro Sociale di Canicattì è stato presentato per l’occasione l’annullo filatelico realizzato da Poste Italiane, nell’ambito del convegno “Il giudice penale: i valori del dovere della responsabilità – Il grande insegnamento di Antonino Saetta”. Nel corso del dibattito sono intervenuti il presidente della Corte d’Appello di Palermo Vincenzo Oliveri, il presidente della Corte d’Appello di Caltanissetta Salvatore Cardinale, il procuratore capo di Agrigento Renato Di Natale e il presidente del tribunale di Agrigento Luigi D’Angelo.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti