L’Unione Europea finanzia N.E.T. (Network for African Talents)

Massimo Matteucci parla alla conferenza stampa di oggiTra Ravenna Festival, Mozambico, Senegal e Camerun nasce un network per promuovere lo sviluppo culturale ed artistico dei giovani talenti, un progetto riconosciuto di qualità dall’Unione Europea, tanto da finanziarlo. E’ la prima volta, ha detto il sovrintendente De Rosa, che il Ravenna Festival ottiene un contributo della Comunità Europea: 454 mila euro per il triennio 2012-14. Tra i Paesi, vi è il Mozambico che partecipa tramite Kulungwana, l’associazione che organizza da vari anni il più importante Festival del Paese.

Ed è proprio il Mozambico che è venuto a rappresentare il responsabile culturale dell’ambasciata in Italia, che ha parlato della lunga tradizione di amicizia con Cmc. Ad ottobre si festeggiano i 20 anni del trattato di pace ed è di grande interesse questo evento con Ravenna. Il presidente di Cmc Massimo Matteucci ha ricordato come il Mozambico faccia oramai parte, da oltre 30 anni, del mondo della cooperativa e come questa interazione sia divenuta negli anni sempre più stretta, anche grazie a tratti identitari molto simili col nostro.

Cristina Mazzavillani Muti, da poco ritornata da un viaggio nel Paese, ha parlato delle grandi sorprese che il Mozambico le ha riservato, all’avanguardia in campo artistico proprio per la grande naturalezza espressiva del suo popolo. Confermato questo dal direttore artistico Masotti che richiama la grande creatività e le forti tradizioni musicali di questi Paesi e di tutta l’Africa.

 

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti