Progetto

Realizzazione di tunnel e di un acquedotto per l’alimentazione idrica di Beirut

chiudi
 

dettagli progetto

  • Ente appaltante CDR (Council for Development and Reconstruction)
  • Nazione Libano
  • Settore opere idrauliche ed irrigue
  • Area Beirut, Msaytbeh
  • Importo € 168.800.000 (Bilancio Annuale 2015)
  • Località
  • Stato In corso
  • Latitudine 33.888629

  • Longitudine 35.495479
chiudi
 

descrizione progetto

L’opera riguarda la costruzione di condotte per il trasporto di acqua a partire dalle colline nell’entroterra a Sud di Beirut (località Joun), fino al centro città (località Hadat).

L’acqua proviene da una centrale idroelettrica che attualmente scarica in un corso esistente verso il mare.

Più in dettaglio, partendo da Sud verso Nord, le opere civili riguarderanno la costruzione del raccordo ad una galleria esistente attualmente non in uso, la costruzione di una camera di scarico e dallo scavo della prima galleria fino ad Ouardânîyé, dove verrà costruito un depuratore (escluso da questo appalto). 

Da qui si ripartirà con una seconda galleria verso Damour dove verrà realizzato un sifone inverso che è necessario
per poter attraversare una stretta vallata. 

Infine, una terza ed ultima galleria porterà l’acqua verso l’abitato di Khalde (periferia Sud di Beirut) ed da qui, attraverso una doppia condotta in ghisa posata in trincea si giungerà ai serbatoi di Hadat. 

Opere previste:
L’opera è divisa in due grandi ambiti: gallerie con sifone in zona collinare e condotte interrate in zona urbana.

Per quanto concerne le gallerie (chiamate drive 1,2,3) aventi lunghezza rispettivamente pari a Km: 8.10 – 10.37 – 4.13 si utilizzerà tecnologia TBM.

Tra i drive 1 e 2, in località Damour, verrà realizzato un sifone rovescio avente dislivello di 140m e lunghezza del ventre (due tratti inclinati e uno orizzontale) pari a circa 1140m.

Completano l’opera due shaft. 

In zona urbana invece si procederà alla posa di una doppia condotta in ghisa. 

La posa della pipeline avverrà entro trincea scavata in corrispondenza di strade esistenti.  

La posa di fibra ottica unitamente a un sistema SCADA lungo tutto il percorso, completerà l’opera.

chiudi
 

immagine