SS 640, Matteo Renzi in galleria: “Che il Sud riparta è un interesse del Paese”. Firmato l’Accordo Anas-Cas per completare la rete autostradale siciliana. Ai lavoratori del cantiere: “Orgogliosi della vostra professionalità”

Selfie RenziTra le tappe siciliane di Matteo Renzi anche il cantiere CMC della “Agrigento – Caltanissetta”. Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha partecipato oggi alla firma dell’Accordo preliminare finalizzato allo studio di un progetto integrato tra Anas e Cas con conferimento di autostrade e predisposizione di un nuovo Piano Economico Finanziario.

Dentro una delle più importanti gallerie dei lavori di ammodernamento della SS 640, realizzate con metodo di scavo meccanizzato, attraverso l’utilizzo della TBM “Barbara”, alla presenza di centinaia di operai, del Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, del presidente di Anas Gianni Vittorio Armani, dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture Giovanni Pistorio, dei sottosegretari Simona Vicari e Davide Faraone, del Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta, dei sindaci di Caltanissetta e Agrigento e di numerose autorità , Matteo Renzi , accolto, tra gli altri, dal Presidente della Cooperativa Muratori & Cementisti di Ravenna che sta realizzando alcuni importanti lavori in Sicilia, dal Direttore Roberto Leonardi e dal responsabile del Contraente generale “Empedocle2” Pierfrancesco Paglini, ha firmato l’accordo che prevede la costituzione di una Società partecipata da Anas e Regione Sicilia al fine di assicurare il completamento della rete autostradale siciliana. L’obiettivo è riunificare la gestione delle concessioni per le tratte A20 “Messina – Palermo”, A18 “Messina – Catania”, SS 339 “Catania – Siracusa”, RA15 Tangenziale di Catania nonché di rilanciare gli investimenti sulla rete autostradale disponendo di capacità di finanziamento autonoma.

Matteo Renzi con il Presidente CMC Massimo Matteucci
Matteo Renzi con il Presidente CMC Massimo Matteucci

Renzi, nel suo intervento, si è rivolto prima di tutto ai tanti lavoratori presenti in galleria: “Saluto innanzitutto voi che lavorate qui in quest’importante cantiere – ha detto – siamo orgogliosi della vostra professionalità e non taglieremo sulle opere pubbliche perché significa tagliare il futuro”.

“Oggi abbiamo un’Italia a due velocità – ha proseguito il Premier – quella del Nord che è già ripartita. La Sicilia invece ha accumulato un ritardo infrastrutturale e una carenza di occupazione. Il Sud continua ad arrancare ed è bene chiarire una cosa: che il Sud riparta è un interesse del Paese. La Sicilia è bellezza, è talento. E’ bellezza dal punto di vista turistico e qualità agroalimentare, a questo punto bisogna creare un sistema che faccia funzionare tutto questo, a partire dal miglioramento delle strade”.

“La firma di oggi – ha spiegato il Presidente di Anas Armani – rappresenta una importante innovazione con un duplice significato strategico legato alla mobilità ed il rilancio dell’economia”.

Nel corso della cerimonia è stato proiettato un filmato che illustra il lavoro della mega talpa, la Tbm dal diametro di 15,08 metri, che ha già realizzato il primo tunnel della galleria “Caltanissetta”. Lo scavo attualmente in corso, che ha raggiunto i primi due chilometri, si concluderà nei primi mesi del 2017.

(Foto di Alessandro Giudice Jyoti)

 

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti