Nuova SS 640, viadotto dedicato al “Giudice Livatino”

Un momento della cerimonia dedicata a Rosario LivatinoSi è svolta ieri sulla strada statale 640 la cerimonia di intitolazione del nuovo viadotto, già noto come “Gasena”, al magistrato Rosario Livatino, ucciso in un agguato mafioso il 21 settembre di ventisei anni fa.  Per l’occasione l’Anas, in sintonia con le Istituzioni del territorio, ha voluto rendere omaggio al magistrato canicattinese dedicando proprio uno dei viadotti realizzati nella zona dove Livatino è stato ucciso.

All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, Nicola Diomede, Prefetto di Agrigento, Francesca Moraci, Consigliere d’Amministrazione di Anas, Eutimio Mucilli, direttore regionale di Anas in Sicilia, Ettore De La Grennelais, dirigente tecnico nuove costruzioni della Direzione regionale Anas, Mario Avagliano, responsabile Relazioni esterne di Anas, Pierfrancesco Paglini in rappresentanza della C.M.C. di Ravenna, numerosi sindaci dei Comuni dell’agrigentino, rappresentanti dell’Associazione Nazionale Magistrati e delle associazioni “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino” e “Tecnopolis”.

“L’intitolazione del nuovo viadotto al Giudice Livatino – ha dichiarato Francesca Moraci – offre un importante contributo alla diffusione dei valori fondati sul contrasto ad ogni forma di illegalità”.

Il nuovo viadotto “Giudice Livatino” è lungo 520 metri ed è ubicato nelle vicinanze dello svincolo “Petrusa”.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti