Il Consiglio di Amministrazioni approva il bilancio semestrale

Al 30 giugno 2014 i principali risultati del primo semestre dell’anno, comparati con quelli del primo semestre dell’esercizio precedente sono i seguenti:

– Il valore della produzione è aumentato del 6.5%, passando da € 472.3 milioni a € 503.1 milioni;

– I ricavi per attività di costruzioni sono aumentati del 6.1%, passando da € 457.2 milioni a € 485.0 milioni, di cui il 47.6% relativo a progetti eseguiti in Italia, ed il 52.4% all’estero.

– L’EBITDA è aumentato del 4.7%, passando da € 51.0 milioni a € 53.4 milioni, sostanzialmente stabile come percentuale sui ricavi passata da 10.8% a 10.6% rispetto al primo semestre del 2013;

 – L’EBIT è aumentato del  7.5%, passando da € 25.3 milioni a € 27.2 milioni, che rappresenta la medesima percentuale del primo semestre del 2013 pari a 5.4%;

– L’utile netto passa da € 7.2 milioni a € 6.3 milioni.

Nel periodo sono stati acquisiti € 733.1 milioni di nuovi contratti (€ 844.0 milioni nel primo semestre del 2013) di cui il principale è rappresentato dal progetto per la costruzione di una diga e del relativo impianto di trattamento delle acque in Kenya.

I principali indici economici, finanziari e patrimoniali sono i seguenti:

– Il volume della produzione degli ultimi dodici mesi (LTM – Last twelve months) è aumentato al 30 giugno 2014 di € 27.8 milioni, passando da € 979.6 milioni a € 1.007.6 milioni;

 – L’EBIDTA degli ultimi dodici mesi (LTM – Last twelve months) è aumentato al 30 giugno 2014 di € 2.5 milioni, passando da € 106.1 milioni a € 103.6 milioni;

 – Il capitale netto circolante è diminuito al 30 giugno 2014 di € 33.4 milioni, passando da € 176.7 milioni a € 143.3 milioni principalmente per l’aumento di accantonamenti per imposte e tasse ed altre passività a breve termine, parzialmente compensato dall’aumento dei lavori in corso su ordinazione e dei crediti;

 – La posizione finanziaria netta è aumentata di € 10.5 milioni, passando da € 269.6 a € 280.1. Il rapporto fra la posizione finanziaria netta e l’EBITDA degli ultimi dodici mesi è passato da 2.60 volte a 2.64.

 – La posizione finanziaria netta rettificata è diminuita di € 3.5 milioni, passando da € 406,5 milioni a € 403 milioni per effetto di un minore utilizzo delle cessioni di credito pro solvendo ed il rimborso di € 3.0 milioni del PREPS. Il  rapporto fra la posizione finanziaria netta e l’EBITDA degli ultimi dodici mesi è migliorato, passando  da 3.92 volte a 3.79

– Il portafoglio ordini è aumento di € 213.5 milioni, passando da € 2.970.0 milioni a   € 3.183,5 milioni. Il rapporto fra il portafoglio ordini ed il volume della produzione degli ultimi dodici mesi (LTM) è migliorato passando da 3.03 volte a 3.16.

Di seguito una sintesi dei componenti del cash flow dei primi sei mesi del 2014, comparati con quelli del primo semestre del 2013:

– Il cash flow per attività di esercizio (cash flow from operations) è aumentato di € 82.9 milioni, passando da (meno) € 15.1 milioni a € 67.8 milioni, grazie ad una significativa riduzione del capitale circolante netto;

 – Il Cash flow da (per ) attività di investimento è aumentato di € 34.2 milioni, passando da € 23.5 milioni a € 57.7 milioni a causa degli investimenti per l’acquisto di TBM ed altro macchinario per progetti in fase di avviamento;

 – Il Cash flow da (per) attività finanziaria è aumentato di € 37.7 milioni, passando da (meno) € 11.8 milioni a € 25.9 milioni, per effetto del maggiore utilizzo di linee di credito e del corrispondente aumento delle disponibilità liquide al 30 giugno 2014, nelle settimane precedenti all’emissione avvenuta il 18 luglio dei bond per € 300 milioni.

Il conto economico, lo stato patrimoniale ed il rendiconto finanziario inclusi nel bilancio consolidato semestrale ad 30 giugno 2014 sono pubblicati integralmente sul sito istituzionale di Cmc.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti