Finalmente si comincia!

Giornata di novità, in casa Porto Robur Costa. Di prima mattina c’è stato infatti il raduno della Cmc, orfana per il momento di coach Bonitta (che ha condotto l’Italia Juniores ai quarti mondiali battendo 3-2 la Serbia) e dei nazionali Cebulj, Klapwijk, Jeliazkov, Ricci, Tillie e Toniutti ed affidata al secondo allenatore Lucchi, al preparatore atletico Gardenghi, al fisioterapista Baccarini ed all’osteopata Tiene, mentre alle 12.30 al Grand Hotel Mattei una conferenza stampa ha svelato la nuova compagine societaria ed il nuovo logo, presentando nel contempo lo staff medico.

 

Dopo il saluto dello sponsor Massimo Matteucci, presidente della Cmc che ha applaudito la sinergia che ha portato alla nuova società auspicando risultati sul campo decisamente migliori rispetto al recente passato, ha preso la parola il presidente Luca Casadio, che ha voluto innanzitutto ringraziare assieme a Damiano Donati ed Enrico Spada tutti i giocatori, i tecnici ed i collaboratori che hanno contribuito alle fortune delle tre società e che non fanno parte della nuova compagine, che conta su Damiano Donati in veste di vice presidente e su Giuseppe Brusi e Paolo Morgagni come presidenti onorari.

 

Proprio Brusi, artefice dei grandi successi del volley ravennate negli anni Ottanta (Teodora) e Novanta (Porto), è stato tra i più festeggiati da addetti ai lavori e stampa: “Auspicavo da tempo – ha detto – una soluzione societaria del genere e sono contento che sia stata finalmente realizzata. Nel contempo sono anche soddisfatto della campagna-acquisti condotta da Beppe Cormio: sarò sempre tra i primi tifosi della squadra e se ce ne sarà bisogno non avrò alcun problema a fare due chiacchiere con chi me lo chiederà”.

 

L’ideatore Luca D’Antuono ha poi presentato il nuovo logo, caratterizzato dal ritorno al giallorosso che, come annunciato da Cormio, campeggerà anche sulle divise della prima squadra assieme al nero della maglia da trasferta.

 

E’ toccato poi a Massimo Argnani, responsabile dello staff medico, presentare i propri collaboratori: Nobili, Querzani, Masi, Nanni, Belluatti e Macrì, mentre è prossimo l’accordo con la struttura “Ravenna 33” di Massimo Cirilli, che sarà il consulente ortopedico.

 

A chiudere il cerchio ha pensato Beppe Cormio, che ha risposto alle domande dei giornalisti fissando poi i traguardi della prima squadra (playoff nel prossimo torneo ed Europa in tre anni) e confermando che tutte le gare interne della Cmc nella regular season si giocheranno al Pala De Andrè anche grazie alla collaborazione con la gestione della struttura di Viale Europa, che ospiterà dopo le partite anche una sorta di “terzo tempo” organizzato nella Sala dei Marmi dedicato agli sponsor. Tante e sostanziali novità, quindi, per una stagione di grandi progetti ed aspettative del volley maschile ravennate e che sul campo prenderà il via con l’amichevole del 26 settembre a Padova e proseguirà sabato 28 con il “Trofeo Lobietti” che a Lugo metterà di fronte Cmc e Copra Elior Piacenza.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti