Il premio “Racalmare”, nel nome di Sciascia

A Grotte il 30/31 agosto e 1 settembre

Anche quest’anno la Cmc di Ravenna è vicina al prestigioso premio letterario “Racalmare – Leonardo Sciascia” le cui iniziative si svolgeranno a Grotte, nell’agrigentino, il 30-31 agosto e il 1° settembre. Accanto al giornalista Gaetano Savatteri, presidente della giuria, tre grandi scrittori italiani finalisti della venticinquesima edizione del premio fondato da Sciascia: si tratta di Valerio Magrelli con Geologia di un padre (Einaudi), Marcello Sorgi con “Le sconfitte non contano” (Rizzoli) e Fabio Stassi con L’ultimo ballo di Charlot (Sellerio). A decidere la terna una commissione selezionatrice presieduta da Savatteri: “Quest’anno – ha detto – il tema portante è quello del dialogo tra padri e figli, un colloquio sentimentale intenso e forte che resiste anche oltre la morte”. Un premio legato al suo territorio, come aveva suggerito lo stesso Leonardo Sciascia nel 1980, nel corso della prima edizione del premio. A giudicare le opere in concorso ci sarà la giuria popolare, composta da oltre trenta lettori di Grotte, Racalmuto e Agrigento che manifesteranno il proprio gradimento attraverso scrutinio segreto. Le iniziative prevedono il 30 la presentazione del libro sulla storia del premio di Linda Criminisi; il 31 agosto l’incontro in piazza Municipio con i tre finalisti e l’indomani, 1° settembre, la votazione e la cerimonia di premiazione. Con la partecipazione a quest’importante iniziativa la Cmc vuole sottolineare, come sempre, la sua attenzione ai temi della cultura, della legalità e dello sviluppo che passa anche attraverso importanti appuntamenti culturali nel territorio dove si opera.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti