Statale 640, lavori in corso e verifiche sui ponti

La 640, ai piedi del Tempio di Giunone di Agrigento

Dopo la pausa di ferragosto si riparte. Riaprono i cantieri della statale 640 dove sono in corso, sia nel primo che nel secondo lotto, i lavori di ammodernamento della “Agrigento – Caltanissetta”. Nel primo lotto si punta l’attenzione alle nuove aperture come l’importante viadotto Serra Cazzola. Nel secondo lotto, invece, si attende la fresa Tbm che scaverà la “Galleria Caltanissetta”. La grande macchina arriverà dalla Francia via mare al porto di Porto Empedocle. Da lì, attraversando la zona della Valle dei Templi,  raggiungerà contrada Bigini, poco prima del capoluogo nisseno, passando dalla nuova 640, in gran parte già aperta a doppio senso di marcia. E intanto l’Anas comunica che dal 20 al 30 agosto, dalle 7 alle 18, sarà chiusa la corsia di marcia della “Agrigento – Caltanissetta” e precisamente dal Km 2,600 al km. 8,600, sui viadotti Maddalusa, Ipsas I, Ipsas II, Ipsas III, in territorio agrigentino. Il provvedimento, si legge nella nota dell’Anas, “si rende necessario per effettuare alcune verifiche sui viadotti, propedeutiche all’avvio dei cantieri di ammodernamento della sede stradale”. All’approssimarsi delle aree di cantiere – suggerisce l’Anas – i veicoli dovranno rispettare il divieto di sorpasso e il limite di velocità di trenta chilometri orari.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti