Consegnati a Catania i premi dedicati all’Ing. Salvatore Fazio

Un premio importante non solo per ricordare un giovane ingegnere scomparso giovanissimo e innamorato di Geotecnica, ma per spingere i giovani professionisti alla ricerca e allo studio di una materia importante. E così sabato scorso a Catania si è svolta la cerimonia del Premio di Laurea “Ing. Salvatore Fazio” indetto dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università etnea, in collaborazione con la Cmc di Ravenna, sempre attenta alla formazione dei giovani e alle iniziative di spessore.

Dopo l’introduzione del Prof. Michele Augeri, presidente della Commissione che ha giudicato le 37 tesi di laurea inviate al Concorso, il vincitore della prima edizione del Premio Ing. Gaetano Amore ha esposto il suo lavoro. Così come hanno fatto Chiara Preparo e Antonino Milazzo, due dei quattro neo laureati che hanno invece ricevuto la Menzione d’onore. Assenti Anna Chiaradonna e Irene Radaelli.

“E’ un premio prestigioso non solo perché uno dei pochi dedicato alla

Gli ingegneri Gaetano Amore, Chiara Praparo e Antonino Milazzo

Geotecnica, ma perché realizzato in un momento dove in tutto il Paese sono diminuite le borse di studio – ha detto il Prof. Maugeri – Per cui un premio realizzato in collaborazione con le imprese, come fanno in America, è da auspicio per il futuro”. “Per queste ragioni – ha aggiunto Maugeri – bisogna ringraziare la Cmc per la sensibilità nei confronti della formazione”.

Al vincitore della prima edizione del premio intitolato all’Ing Fazio – presenti in sala la moglie, i genitori, tanti familiari ed amici – l’Ing. Pierfrancesco Paglini, in rappresentanza della Cmc, ha consegnato un premio in denaro dal valore di 2 mila euro. “Auguro ai giovani ingegneri – ha detto Paglini – di svolgere questo mestiere pensando alla sicurezza dei cittadini, svolgendo la professione con passione e con serietà, peculiarità dell’Ing. Fazio”.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti