Trilogia d’autunno: Verdi ai nastri di partenza

i cantanti di Traviata con Cristina Mazzavillani MutiE’ stata presentata questa mattina nel foyer del Teatro Alighieri la “Trilogia d’autunno. Aspettando Verdi“, novità assoluta del Ravenna Festival 2012. Duplice l’innovazione di questo evento: da una parte la destagionalizzazione di Ravenna Festival, dall’altra lo straordinario progetto operistico che porta in scena, sullo stesso palcoscenico in tre serate consecutive, la trilogia popolare verdiana: Rigoletto, Trovatore e Traviata.

Alla presentazione hanno partecipato il Sindaco Fabrizio Matteucci, il Sovrintendente di Ravenna Festival Antonio De Rosa, i direttori artistici Franco Masotti e Angelo Nicastro, il vice Presidente di Ravenna Festival Mario Salvagiani e, naturalmente, il cuore e il motore di questa iniziativa Cristina Mazzavillani Muti che firma anche la regia delle tre opere. Ed è stata proprio Cristina, con un entusiasmo contagioso, a presentare ad uno ad uno i giovani protagonisti che si alterneranno sul palco del Teatro Alighieri, cambiando da un giorno all’altro le vesti di un’opera per calarsi nei panni di un’altra.

Una maratona lirica che ricalca l’impeto creativo che portò Verdi a comporre le tre opere in soli tre anni (il Rigoletto nel 1852, Trovatore e Traviata nel 1853).

Di fronte al pubblico si aprirà un unico ingegnoso modello scenotecnico capace di scomporsi e ricomporsi in tre diverse scenografie, un’innovativa ‘scatola’ scenica in grado di accogliere la cieca vendetta di Rigoletto, quella sofferta e a lungo attesa di Azucena, e il sacrificio d’amore di Violetta. Esaltando l’inconfondibile unicità di ogni singola opera e giocando sul filo dell’invenzione e della creatività: la luce che, scaturendo dal buio, farà risplendere il disegno à la Vermeer dei costumi pensati per Rigoletto (9, 13 e 16 novembre); la visionarietà per il Trovatore (10, 14 e 17 novembre), i riflessi di specchi per Traviata (11,15 e 18 novembre).

Franco Masotti ha raccontato il successo del progetto verdiweb.it: giovani tra 16 e 28 anni (selezionati da Alessandra Dragoni, fotografa, Martina Evangelisti, scrittrice e Marianna Panebarco, imprenditrice muiltimediale) postano sul sito verdiweb.it fotografie, video e testi in un’inconsueta lettura del teatro d’opera.

La Trilogia è organizzata anche col ccontributo di Cmc.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti