Provaci ancora Robur!

Niente da fare per la Cmc Ravenna al debutto stagionale: troppo forte la Copra, che si impone per 3-0 (17-25, 19-25, 19-25) e troppo rimaneggiata la squadra di casa, che alla partenza di Rooney ha dovuto sommare l’indisponibilità di Sirri, entrato solo nelle battute finali in seconda linea, e quella di Radunovic, ancora privo di transfert. Tra gli ospiti è stata impeccabile la regia di De Cecco, che ha smarcato spesso e volentieri tutti i suoi attaccanti, tra i quali Maruotti è stato molto positivo e Fei immarcabile dal muro di casa, che ha perso largamente il confronto con quello emiliano. Si parte e nella Copra mancano lo squalificato ex Zlatanov, in tribuna assieme al cubano Simon, in attesa di tesseramento.

Avvio complicato per la Cmc in attacco (1-4), poi sono le battute di Holt a lanciare ulteriormente la Copra (5-10) che va a chiudere poi in scioltezza con Maruotti in grande evidenza. Stesso menu nel secondo set (3-8), poi però il combattente Zanuto suona la carica e la Cmc recupera fino a 10-11 prima di cedere sotto i colpi di Papi e Fei. Terzo set con Pelekoudas per Larry Creus e la Cmc che tiene fino al 3-3 prima dell’allungo targato-Papi e Fei. Sbagliano però proprio Papi e Maruotti e Ravenna ha la palla del 10-10 ma Fei mura Zanuto e poi mette giù anche il 9-12. Le battute di Bellei e gli attacchi di Moro riportano la Cmc ad un solo punto ma ancora una volta la Copra riparte sulle ali del muro e va 12-16 . Lotta strenuamente la Cmc e resta il più possibile a contatto, ma alla distanza emerge chiaramente la superiorità ospite e la Copra va a chiudere con un ace di Holt al primo match-ball.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti