Ultime dal Riviera

Brucia ancora il ko interno arrivato nei minuti finali contro il fortissimo Verona Bardolino per la Riviera di Romagna, giunta alla sosta di metà girone di ritorno al quint’ultimo posto, con 5 lunghezze da recuperare sul Como 2000, ma anche con tante certezze perché nelle ultime due gare, seppur perse contro Torino e Verona, la compagine di Antonio Censi ha fornito prestazioni eccellenti ed avrebbe meritato di portare a casa punti importanti in chiave salvezza: ora, comunque, il calendario dovrebbe dare una mano alla formazione giallo-rosso-blù che sarà padrona del proprio destino, in quanto nelle ultime sette gare che restano alla fine del massimo campionato saranno ben cinque gli scontri diretti per la formazione ravennate, che dovrà provare a ripetere i risultati conquistati nella parte finale del girone di andata se vorrà evitare la lotteria dei play out.

“Sono molto contento per le ultime prestazioni, ovviamente meno per i risultati – commenta il presidente romagnolo Dario Fantini – Siamo riusciti a giocare alla pari, e con molte recriminazioni, contro una squadra che lotta per vincere il campionato e questo è sicuramente un buon segnale, però le belle prestazioni delle ultime gare non sono state confortate dai risultati e questo ci deve far riflettere: alla fine i dati ci dicono che nelle prime sei giornate abbiamo tre punti in meno del girone di andata, pur giocando meglio e riuscendo a tenere testa anche ad avversarie più attrezzate di noi, quindi dobbiamo lavorare ancora per migliorarci, soprattutto a livello mentale, perché dobbiamo riuscire a mantenere alta la concentrazione per tutti e novanta i minuti ed evitare il più possibile le disattenzioni, che in serie A costano carissimo”.

Elena Del Gaudio
Elena Del Gaudio

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti