Riviera di Romagna: un’intervista del mister Antonio Censi

Fulvia Dulbecco
Fulvia Dulbecco

Ripartire dall’ottima prestazione fornita contro il Torino per continuare ad inseguire la salvezza: questo l’imperativo della Riviera di Romagna, tornata a casa dalla trasferta piemontese con zero punti e tanti applausi, ma anche un grande rimpianto per una sconfitta assolutamente immeritata, decisa da episodi sfortunati e anche da un paio di decisioni ‘discutibili’ della terna arbitrale, non proprio nella sua miglior giornata; nulla da togliere alla forza della compagine granata, che ha dimostrato di meritare la quinta piazza della graduatoria, ma le romagnole sono state penalizzate decisamente oltre i propri demeriti.

“Non sono preoccupato per la sconfitta di Torino – commenta il tecnico romagnolo Antonio Censi – anche se bisogna tornare a fare punti, in special modo dopo una prestazione convincente come quella fornita sabato contro la formazione granata: diciamo che abbiamo giocato una buona gara, trovandoci per due volte in vantaggio di una rete, ma purtroppo non siamo riusciti a gestire il risultato, anche per un pizzico di sfortuna ed alla fine la stanchezza si è fatta sentire, perché non dimentichiamo che la settimana scorsa abbiamo giocato anche il recupero contro la Torres, riuscendo con una gara attenta a limitare i danni”.

Un altro match ‘impossibile’ attende le romagnole che sabato alle ore 15.00 ospiteranno allo Stadio “Dei Pini” di Milano Marittima il lanciatissimo Verona Bardolino nella sesta di ritorno, prima della pausa per gli impegni della Nazionale, dopo la quale comincerà, come all’andata, il vero campionato delle giallo-rosso-blù che si giocheranno la permanenza nella massima serie negli scontri diretti.

“Ci stiamo preparando per la difficile gara contro il Bardolino – prosegue mister Censi – Ci attende un’altra sfida molto impegnativa, contro una formazione fortissima, che dovremo affrontare con il massimo impegno e tanta attenzione: comunque il nostro campionato comincerà dopo la sosta per gli impegni della Nazionale, quando affronteremo avversarie più alla nostra portata in gare che non potremo assolutamente sbagliare se vogliamo centrare il nostro obiettivo”.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti