Cmc tra sport e cultura

Il presidente di Cmc, Massimo Matteucci
Il presidente di Cmc, Massimo Matteucci

Conferenza stampa questo pomeriggio del Presidente di Cmc, Massimo Matteucci, per presentare le novità in campo di sponsorizzazioni sportive per la stagione 2011-2012.
“Nella nuova stagione sportiva – ha esordito Matteucci – Cmc accompagnerà due squadre ravennati nelle rispettive massime divisioni: la Robur, oggi ribattezzata Cmc Ravenna, che arriva alla serie A dopo un bellissimo campionato e Riviera di Romagna, la squadra di calcio femminile nata solo un anno fa dalla fusione delle compagini ravennate e cervese e già approdata alla massima serie”.
Ma il sostegno di Cmc non si ferma allo sport professionistico. Le attività amatoriali e di base, rivolte in particolare ai giovani, sono davvero tante: dal canottaggio alla pallavolo femminile, dal nuoto all’atletica, dalla spada al ciclismo. E ancora football americano e baseball, vela e judo, tennis e basket. Tra le novità anche il sostegno al basket femminile di Faenza e al Porto Volley Ravenna.
“Sostenere lo sport – continua Matteucci – è per noi una scelta di valore. Vuol dire affermare concretamente quei principi di responsabilità sociale che fanno parte della nostra lunga storia.”
Si interrompe, invece, il lungo sodalizio con il Ravenna Calcio. “Il cambio di proprietà, l’incertezza delle settimane scorse, il desiderio di misurarci come società anche con nuove sfide come quella della pallavolo ci hanno portato a prendere una pausa di riflessione. Ma in merito alle vicende non sportive che hanno coinvolto il Ravenna calcio ci tengo a dire che sono da sempre un garantista. Quindi spero ancora che la situazione non sia grave come pare e che la cosa sia rimediabile».
Nel corso della conferenza stampa è stato ricordato poi che l’impegno di Cmc non si ferma solo allo sport e non riguarda solo Ravenna.
“Siamo consapevoli – ha concluso il presidente – che la crescita economica va di pari passo con la solidarietà e che remunerare economicamente i nostri soci non ci esime dall’essere parte attiva nella crescita culturale del territorio nel quale operiamo”.
Ricordiamo che a Ravenna Cmc collabora – tra gli altri – ai prestigiosi eventi dedicati alla musica, al teatro, all’arte oltre che al mondo della solidarietà e del sociale. In Sicilia, dove Cmc è presente da molto tempo, anche quest’anno sosterrà il concorso letterario ideato da Leonardo Sciascia a Grotte Racalmare e a Pisa è tra gli sponsor del giugno pisano. Senza dimenticare il Mozambico, il paese africano dove Cmc è presente da 30 anni, dove insieme alla comunità italiana l’impresa ravennate contribuisce ad organizzare il Festival della cultura italiana oltre a sostenere numerose attività sportive e sociali.

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti