La TBM usata nel nostro cantiere in Laos

Dal portale di Tunnels and Tunnelling International una news sulla TBM utilizzata nel nostro cantiere in Laos, la prima fresa mai utilizzata nel paese asiatico.

Il primo tunnel mai scavato con TBM in Laos è stato completato. L’italiana Cmc di Ravenna ha scavato i 5,5 chilometri del tunnel adduttore che fa parte del progetto del Theun Hinboun.

La TBM a scudo singolo da 7,6 metri di diametro utilizzata era dotata di un tipo di testa articolata con possibilità di sovrascavo di 10 mm superiore al normale diametro di scavo. Questo per sopperire ad eventuali fenomeni di chiusura del cavo della galleria in roccia soffice. I taglienti da 17” di diametro erano del tipo con sostituzione dall’interno della macchina.

E’ stata usata una sonda in avanzamento per controllare le condizioni del terreno fino a 60 metri dalla macchina. Circa il 95% della roccia incontrata durante lo scavo è stato classificato da buono a discreto salvo alcune piccole sezioni di roccia di scarsa qualità.

“Dopo circa 4,7 chilometri abbiamo incontrato una faglia di 15 metri con acqua corrente. Siamo stati in grado di scavare un foro di sonda e di utilizzare materiale espanso per consolidare il terreno. Ciò ci ha permesso di risolvere il problema e di continuare lo scavo in circa una settimana”, ha detto Luca Barbara, Direttore per l’Estremo Oriente di Cmc.

Per stabilizzare il cavo e fornire il rivestimento definitivo sono stati usati anelli prefabbricati dello spessore di 280 mm, formati da 5+1 concio. Il diametro interno finito è di 6,9 metri.

La TBM sarà ora smontata e trasferita ad altri progetti nella regione. Gli ultimi 100 metri di scavo saranno completati con il metodo drilling&blasting.

Per leggere la news direttamente sul sito: www.tunnelsonline.info/story.asp?sectioncode=1&storycode=65427&c=2

Lascia un commento

Tutti i campi sono richiesti